Home / Lavoro e Consulenza / Servizio civile: al via l’apertura dei Bandi 2017

Servizio civile: al via l’apertura dei Bandi 2017

scn_tondo

Sono stati pubblicati i bandi del 2017 per la ricerca di giovani volontari per il Servizio Civile Nazionale. Quest’anno ci sono delle importanti novità: un aumento cospicuo di offerte (47.529) e la possibilità di svolgere all’estero i progetti del servizio Civile. I ragazzi, infatti, potranno scegliere dove andare a fare volontariato. Sono pronti 1.887 progetti, di cui 94 all’estero (soprattutto nel Sud del mondo), presentati dagli Enti inseriti nell’Albo nazionale e altri 2.907 offerti dagli Enti iscritti negli Albi regionali e delle Provincie autonome. Il 97% saranno contribuiti, con discrete somme, circa 433 euro esentasse e senza contribuzione. Non si potranno svolgere meno di 25 ore e, se richiesto, sarà possibile superarle.

Nonostante si parli di volontariato e servizio civile, in molti casi questa esperienza si trasforma in una possibilità reale di occupazione. Basti pensare che il 35% dei ragazzi che hanno svolto servizio civile in cooperative sono stati assunti part time o full time, dato riportato dal sottosegretario al ministero del Lavoro con delega per il servizio civile, Luigi Bobba. Considerato il numero ragionevole di ore settimanali, i volontari hanno la possibilità di impegnarsi su più fronti  e molti si sono dedicati nel contempo allo studio.

Realtà in crescita quella del servizio civile; tanto che quest’anno sono 550 i milioni a disposizione per il progetto. Inoltre, con la riforma di due mesi fa le istituzioni che partecipano si impegnano a mettere una parte delle proprie risorse. La cifra di ragazzi che faranno servizio civile oggi supera le 50 mila unità, considerando i 47mila che verranno chiamati con il nuovo bando e quelli chiamati con bandi diversi per calamità naturali che hanno coinvolto il Paese.

servizio-civile-1-1024x614_c

I numeri registrati sono la prova della volontà del nostro Paese di rilanciare questo istituto. È il concetto che con entusiasmo ha espresso il ministro del Lavoro Giuliano Poletti. Al progetto è impegnato da tempo il già citato Luigi Bobba, al fine di ricercare le risorse necessarie al suo sviluppo.

Sono previsti altri interessanti bandi per ragazzi da impegnare in progetti finanziati con il programma Garanzia Giovani, grazie ad accordi con il ministero dei Beni culturali, con il ministero dell’Ambiente e con il ministero dell’Interno.

L’anno in corso vedrà impegnati 26.304 giovani volontari (di cui 788 all’estero), impiegati nei progetti presentati dagli Enti inseriti nell’Albo nazionale e 21.225 quelli per progetti presentati dagli Enti iscritti negli Albi regionali e delle Provincie autonome. I giovani interessati dovranno avere tra i 18 e i 28 anni e si dedicheranno un’esperienza di cittadinanza attiva nei settori dell’assistenza, della protezione civile, dell’ambiente, del patrimonio artistico e culturale, dell’educazione e promozione culturale.

La domanda quest’anno dovrà essere inviata direttamente all’ente promotore del progetto. Sul sito sarà possibile consultare i progetti in modo tale da scegliere quelli più vicini al soggetto interessato.

Il prossimo step, per cui è stato firmato già un protocollo di intesa, sarà il servizio civile per gli stranieri rifugiati che risiedono stabilmente nel nostro Paese. Ad oggi è solo un progetto, ma ci sono tutti i presupposti per vederlo realizzato in tempi ristretti.

Di seguito il link al sito ufficiale: www.gioventuserviziocivilenazionale.gov.it

 

 

Comments

comments

Autore Licia Stasi

Appassionata di novità tecnologiche e di psicologia dinamica.

Leggi anche

GammaDonna2017

Intelligenze e competenze nuove per fare impresa nell’era digitale

Riceviamo e pubblichiamo: I nuovi saperi, essenziali per fare impresa nell’era digitale, vanno in scena …