Home / Lavoro e Consulenza / Nuove idee innovative? Il bando Innolabs punta 10 milioni sulle imprese

Nuove idee innovative? Il bando Innolabs punta 10 milioni sulle imprese

Innolabs Puglia

Si rivolge indifferentemente alle PMI e alle Grandi Imprese il nuovo bando di Sistema Puglia, con cui il portale per la promozione e lo sviluppo del Tacco d’Italia torna a fare l’occhiolino ai finanziamenti con metodologia living lab. Infatti Innolab, questo il nome del bando aperto lunedì 13 marzo, è inserito a pieno diritto nell’Apulian Living Lab, una pratica volta a stimolare il passaggio dalla creatività laboratoriale alla concretezza della quotidianità per tutte le iniziative di innovazione sociale, ricerca e sviluppo.

Apulian Living LabPiù precisamente, Innolab vuole radunare idee, conoscenze e progetti, attraverso cui sperimentare soluzioni tecnologiche innovative e funzionali alla risoluzione di specifici problematiche di rilevanza sociale, con particolare riferimento ai seguenti 8 ambiti: Ambiente, Sicurezza e Tutela Territoriale; Cultura e Turismo; Energia Rinnovabile e Competitiva; Governo elettronico per la PA; Salute, Benessere e Dinamiche Socio-Culturali; Istruzione ed Educazione; Economia Creativa e Digitale; Trasporti e Mobilità Sostenibile.

Come accennato in precedenza, il bando si rivolge alle Imprese, grandi o PMI individualmente, oppure Consorzi da esse costituiti, e agli Organismi di Ricerca, con l’intento di raggiungere una serie di obiettivi ben delineati, sintetizzati dallo stesso bando in: potenziare e innalzare la qualità di prodotti e servizi; favorire l’apertura verso l’esterno del sistema produttivo e della ricerca pugliesi; rendere le soluzioni maggiormente rispondenti ai fabbisogni reali; aumentare capacità di dialogo e ascolto attraverso un uso intelligente, inclusivo e sostenibile delle tecnologie, consolidare la comunità della conoscenza e dell’innovazione; promuovere la creazione di un ecosistema favorevole allo sviluppo di nuove forme di cooperazione e di sinergie innovative.

Ciascun progetto presentato, dalle singole imprese, dai consorzi o dagli OdR, dovrà necessariamente essere soggetto a una valutazione, che verterà in primis sulla corrispondenza o meno con temi ed esigenze rilevanti per i possibili fruitori del progetto stesso. Il bando, pertanto, delinea un mappatura dei fabbisogni, tracciata secondo 3 categorie: Smart City & Community, afferente prevalentemente alla sfida sociale “Città e territori sostenibili” e “Energia sostenibile”; Knowledge Community, afferente prevalentemente alla sfida sociale “Salute, benessere e dinamiche socio-culturali”; Business Community, afferente prevalentemente alla sfida sociale “Industria creativa e sviluppo culturale” e “Sicurezza alimentare e agricoltura sostenibile.

Per maggiori informazioni e dettagli sulle modalità di partecipazione, presentazione del progetto, contributi, spese ammissibili, tempistica di rendicontazione finale, consigliamo di consultare la scheda Innolabs su Sistema Puglia. Il portale regionale, inoltre, è l’unica strada consentita per inoltrare la domanda, attraverso l’apposita procedura online, scattata dalle ore 12:00 del 13 marzo 2017 e aperta fino alle ore 14:00 di giovedì 13 aprile 2017.

Comments

comments

Autore Giuseppe Leronni

Leggi anche

scuola

Poli per l’Infanzia: in arrivo 150 milioni di euro

150 milioni di euro di fondi Inail previsti dal D.lgs 65/2017 attuativo della Buona Scuola per …