Home / Cultura e Sociale / Morgan’s Wonderland, il luogo speciale dove chiunque può giocare

Morgan’s Wonderland, il luogo speciale dove chiunque può giocare

La famiglia Hartman
La famiglia Hartman

È un posto speciale che si muove seguendo un criterio ben preciso: quello dell’inclusione. Parliamo di Morgan’s Wonderland, il primo parco divertimenti rivolto a ragazzi e adulti con particolari esigenze.
Morgan’s Wonderland nasce da un bisogno, da una storia particolare e delicata che vi raccontiamo, ma prima di farlo occorre fermarsi un attimo e riflettere. Basta, infatti, guardarsi attorno per notare come il divertimento non sia per tutti, a differenza di quanto si è soliti pensare. Chi ha difficoltà motorie deve combattere contro limitazioni imposte da barriere architettoniche, luoghi poco sicuri, difficoltà oggettive.
Ma Morgan’s Wonderland è differente.

È simile a qualsiasi altro parco divertimenti ma vede un ambiente e una serie di benefici per chi ha speciali esigenze, garantendo ad ogni ospite di divertirsi davvero”. Completamente accessibile a chi utilizza sedie a rotelle, il parco di Morgan, sito a San Antonio in Texas, propone numerose attrazioni tra cui campi da gioco, giardini, un anfiteatro con 575 posti, un’area per il picnic e aree riposo, solo per citarne alcune.
Per un viaggio virtuale in questo “parco delle meraviglie” abbiamo intervistato il responsabile della comunicazione Bob McCullough.

Com’è nata l’idea di costruire Morgan’s Wonderland?

Gordon Hartman, fondatore di “Morgan’s Wonderland” e CEO della “Gordon Hartman Family Foundation”, racconta che diversi anni fa, durante una vacanza, sua figlia Morgan, una ragazza con speciali necessità, era nella piscina dell’hotel e voleva giocare a palla con i bambini che facevano il bagno sul lato opposto. La reazione dei piccoli, però, non è stata la più auspicabile: percependo che in Morgan ci fosse qualcosa di “diverso”, sono andati via. Non ho mai dimenticato l’angoscia sul viso di mia figlia e, da allora, ho deciso, assieme a mia moglie Meggie, che avremmo costruito un posto colorato, sicuro e capace di includere tutti, eliminando le barriere architettoniche”.

Quanti visitatori e che tipo di feedback riceve il Parco?

“Dall’apertura del Morgan’s Wonderland, avvenuta nella primavera del 2010, più di un milione di visitatori dagli Stati Uniti e dal mondo hanno fatto tappa presso il nostro Parco.  I feedback riguardo la nostra realtà sono estremamente positivi: i genitori dei bambini con speciali necessità sono particolarmente felici che i loro piccoli possano giocare e divertirsi proprio come chi non ha bisogni particolari”.

Che tipo di relazione professionale avete con Toyota?

Toyota è un’azienda leader mondiale con una grande passione per l’eccellenza, che estende per contribuire a cause umanitarie, facendo davvero la differenza nella vita delle persone.  Questa grande azienda è diventata il presenting sponsor di Morgan’s Wonderland nel 2012, tanto che, all’interno del parco, vi è una speciale sezione con un display dove è possibile visionare i veicoli che sono stati modificati e strutturati per aiutare le persone con speciali necessità a superare le sfide legate alla mobilità”.

Photo credits: Robin Jerstad/Jerstad Photographics
Photo credits: Robin Jerstad/Jerstad Photographics

Lo scorso giugno il parco si è ingrandito, con ancora nuove attrazioni. È stata infatti creata la Morgan’s Inspiration Island, il primo parco acquatico ultra-accessibile al mondo, che permette agli ospiti di ogni età e di ogni abilità di divertirsi tutti assieme.

Il team che l’ha progettato e realizzato ha tenuto conto, ovviamente, delle necessità specifiche dei suoi visitatori. Un percorso iniziato tre anni fa, quando Gordon, Meggie e il loro team hanno incontrato consulenti dal Texas, Arizona, Florida e Canada, così come dottori, genitori, terapisti e coloro che si occupano di supportare chi ha speciali necessità. Il tutto per far sì che la nuova area fosse quanto più fruibile e godibile, rispondendo a tutte le esigenze dei visitatori. Il team di Morgan’s Inspiration Island ha collaborato con Pittsburgh Engineering Research Labotarories (HERL) dellUniversity di Pittsburgh per la costruzione della PneuChair, una rivoluzionaria sedia spinta, nell’acqua, dalla aria e capace, quindi, di funzionare senza batterie o elettricità.

Morgan’s Wonderland e Morgan’s Inspiration Island, luoghi incantevoli, danno vita ad una magia in più: grazie alla totale assenza di barriere architettoniche, spingono i visitatori a fare cose che mai avrebbero immaginato di avere la possibilità di fare.

 

 

 

Comments

comments

Autore Nadia Pavoncelli

Appassionata di musica e filosofia.

Leggi anche

OlivieroToscani - HappyMagazine

“Cibo per la Mente”: Oliviero Toscani e Andrea Lorini protagonisti della prima giornata

“La creatività è il coraggio di rischiare qualcosa che tutti pensano sia impossibile”. Questa frase, …