Home / Cultura e Sociale / GefarApp, l’applicazione che misura il benessere e la felicità lavorativa

GefarApp, l’applicazione che misura il benessere e la felicità lavorativa

il team di Gefar Services

Capacità critica e sensibilità, il tutto strettamente connesso con il welfare aziendale. Sono le parole chiave strettamente correlate a GefarApp, l’applicazione proposta da Gefar Services, un’azienda di servizi alle imprese, il cui focus è incentrato, in particolare, su amministrazione del personale dipendente e consulenza del lavoro. Si tratta di un’app, che vuole “indagare” e dare feedback al datore di lavoro rispetto al benessere e alla felicità della propria azienda e, ovviamente, dei propri dipendenti.
Il punto di partenza che sta alla base di questa idea è proprio il know-how della Gefar Services perché, come raccontatoci dall’Amministratore Gianmarco Guerrini, “si è scelto di partire dal dipendente, che nel fornire informazioni, all’azienda per cui lavora, potesse ricavarne benefici. Non abbiamo, inoltre, tralasciato le esigenze delle aziende, con le quali ci confrontiamo quotidianamente”. L’applicazione è sul mercato dal 2015, ma l’integrazione “Workforce&Satisfaction”, la novità relativa al welfare e al grado di soddisfazione aziendale, è stata resa pubblica sugli store IOS e Android il 1° giugno 2017.

GefarApp

“Si tratta di un servizio che forniamo alle nostre aziende clienti. La direzione deve approvare l’utilizzo e da questo passaggio partiranno una serie di operazioni e “indagini”. Mensilmente il dipendente, oltre a verificare i dettagli della sua busta paga e del saldo ferie, inserirà, in forma anonima o no, secondo il suo volere, riposte e indicazioni rispetto a quattro domande indicate dall’azienda. Le domande, specificate di caso in caso dalla direzione, generalmente si rifanno al grado di soddisfazione del lavoratore e alla sua volontà di fare carriera in azienda.
La possibilità di mandare feedback in maniera non anonima fa da filtro alle richieste. Per esempio potrebbe anticipare una richiesta di aumento di stipendio al titolare, evitando l’impatto diretto, spesso imbarazzante”.

Le votazioni dei lavori, oltre alla cadenza mensile, hanno anche una ricorrenza spontanea: si può quindi decidere di dare un voto ogniqualvolta lo si ritenga opportuno e utile. “L’oscillazione dei voti, il loro inserimento permette all’azienda di verificare quali siano le difficoltà in atto e di dare vita ad una risposta immediata. I “risultati” di un intero mese forniscono ai titolari una fotografia del pregresso. Si tratta di una funzione pensata, in primis, per il settore della ristorazione, dove le mansioni sono legate alla stagionalità con picchi di lavoro differenti in base ai periodi. Attualmente sono cinque le aziende che la stanno regolarmente utilizzando e che hanno fatto da test per tre mesi” ci spiega Guerrini.

schermata GefarApp 1

Nonostante sia stata implementata da poco, la “Workforce&Satisfaction” ha riscosso già riscontri positivi, a partire dai sindacati dei lavoratori che ritengono la funzione e l’utilizzo dell’applicazione un avvicinamento tra azienda e rappresentante sindacale, senza tralasciare gli stessi lavoratori. Non solo: ha anche ottenuto il prestigioso riconoscimento “Professionista Digitale 2016/2017” da parte dell’Osservatorio Digitale del Politecnico di Milano.
I vantaggi riguardano anche i dirigenti che possono, leggendo i dati raccolti direttamente dal profilo aziendale, sia dall’app che dal web, capire lo “stato d’animo” dei lavoratori per reparto e conoscere i fattori che influenzano in maniera decisiva la produttività.

GefarApp schermata2

Scegliere di usare GefarApp può risultare, da parte dei dirigenti e delle aziende, per alcuni versi una scelta coraggiosa, ma è senza dubbio alcuno una decisione oculata, sia per il proprio business che per il benessere, aspetti che non possono e non devono essere separati da quello lavorativo.

Comments

comments

Autore Nadia Pavoncelli

Appassionata di musica e filosofia.

Leggi anche

semi_di_pace_logo

A fine settembre Semi di Pace inaugura la scuola “Mama wa Bolingo” nella R. D. del Congo

Riceviamo e pubblichiamo: È uno dei Paesi più grandi dell’Africa. Ricchissimo di materie prime ma, …