Home / Cultura e Sociale / Cammini e percorsi: l’Agenzia del Demanio concede 100 immobili da trasformare in strutture turistiche

Cammini e percorsi: l’Agenzia del Demanio concede 100 immobili da trasformare in strutture turistiche

valore-paese-cammini-e-percorsi-orizzontale-DEF.JPG_733048087

Con lo scopo di promuovere in tutta Italia il turismo, il progetto “Cammini e Percorsi” propone di recuperare vecchie case cantoniere, locande, masserie, ostelli, ma anche piccole stazioni, caselli idraulici, ex edifici scolastici, torri, palazzi storici, monasteri e antichi castelli, da trasformare in strutture turistiche da percorrere rigorosamente a piedi o in bicicletta. La riqualificazione culturale è il fulcro di questo progetto di  Valore Paese – Cammini e Percorsi, definito dall’Agenzia del Demanio, con Micbact e Mit, promuovendo un turismo incentrato sull’esperienza lenta, basata su un’osservazione consapevole e di qualità. A disposizione ci sono 100 immobili pubblici (43 gestiti dall’Agenzia del Demanio, 50 degli Enti territoriali e 10 di Anas) dislocati in un percorso che va da Nord a Sud dello stivale.

Il progetto rientra nel Piano Strategico del Turismo e del Piano Straordinario della Mobilità turistica al fine di migliorare la fruizione pubblica e regolare i flussi turistici, evitando sovraffollamenti nelle destinazioni più conosciute. Le strutture in disuso, prevalentemente allocate lungo la via Appia, la Via Francigena, il Cammino di Francesco, il Cammino di San Benedetto e le ciclovie Vento, Sole e Acqua (Acquedotto Pugliese) subiranno un vero e proprio restyling grazie a operatori privati o imprese, cooperative e associazioni composte in prevalenza da giovani under 40.

grafica-sito

Gli immobili saranno infatti dati in concessione gratuita (9 + 9 anni) o in concessione di valorizzazione (fino a 50 anni) per essere trasformati in piccoli hotel, punti ristoro, centri di assistenza, luoghi per attività ricreative, culturali e di formazione, botteghe artigianali, perfino spa o presidi medici, al fine di rispondere alle esigenze di sosta, permanenza, svago e relax di turisti, pellegrini e ciclisti. Questo sarà possibile mediante bandi di gara pubblicati dal Demanio entro l’estate. Al fine di elaborare bandi funzionali e mirati, sarà possibile fino al 26 giugno tramite il sito agenziadmanio.it, partecipare ad una consultazione pubblica in cui confluiranno i suggerimenti e le idee di tutti gli interessati, dai giovani ai pellegrini, dai bikers fino al terzo settore e all’imprenditoria.

Il progetto sarà replicato anche nel 2018 e nel 2019, concedendo ogni anno 100 immobili. Inoltre, per fornire un tutoraggio alle start up che parteciperanno al progetto e accompagnarle nei primi 2 anni di vita, dal Mibact arriveranno 3 milioni di euro attraverso 4 bandi.

Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio sottolinea come cammini e ciclovie sono ritenuti grandi infrastrutture, in quanto sviluppano in modo alternativo turismo ed economia, portando all’insorgere di nuove attività imprenditoriali.

Interessante è stata la dichiarazione di Roberto Raggi, direttore dell’ Agenzia del Demanio: “Il turismo lento, i cammini e i percorsi ciclopedonali sono ormai un brand di moda che possiamo abbinare a immobili di vario genere, dai castelli alle case cantoniere, proprio per permettere investimenti adatti a tutti, anche ai giovani”.

Importante occasione, quindi, per giovani imprenditori che hanno voglia di mettersi in gioco nel mondo del turismo.

camminiepercorsi_mappa

Comments

comments

Autore Licia Stasi

Appassionata di novità tecnologiche e di psicologia dinamica.

Leggi anche

OlivieroToscani - HappyMagazine

“Cibo per la Mente”: Oliviero Toscani e Andrea Lorini protagonisti della prima giornata

“La creatività è il coraggio di rischiare qualcosa che tutti pensano sia impossibile”. Questa frase, …