Home / Cultura e Sociale / AnimaMundi: musica, libri e arte in un solo luogo

AnimaMundi: musica, libri e arte in un solo luogo

AnimaMundi

È una lunga storia, fatta di musica, parole, note e filosofia. Parliamo di “AnimaMundi- suoni e visioni dal mondo“, interessante realtà sita ad Otranto. È difficile darle un’unica definizione, poiché racchiude in sé diverse anime, appunto. È, al contempo, un’etichetta discografica, una libreria e una casa editrice, il tutto al fine di dare spazio a quei prodotti indipendenti che diversamente non trovano spazio nel grande vortice delle logiche del mercato editoriale e musicale.
Facciamo un passo indietro e cominciamo il nostro viaggio con Giuseppe Conoci, fondatore di questa attività e responsabile delle edizioni di libri e musica.

Tutto ha inizio negli anni ’90, quando Giuseppe viveva in Toscana e collaborava con “Terranova Edizioni”. “È nel corso di questa esperienza che ho cominciato a conoscere e a prendere contatti con piccole case editrici, specializzate nel raccontare e illustrare temi legati al biologico, allo sviluppo ecosostenibili e alle terapie naturali”.
Tornato ad Otranto nel 2000, Conoci ha cominciato a partecipare ai festival di musica, teatro, cinema, danza, ai mercatini e nelle fiere sul biologico con una bancarella itinerante. La svolta avviene nel 2002, quando decide di fare vita ad una libreria, uno spazio fisico, sempre ad Otranto dove proporre e vendere libri che spaziassero dalla poesia, alle terapie naturali o ancora alle economie alternative, o ancora Cd di musica etnica.

In questo contesto la musica cambia nuovamente gli equilibri di AnimaMundi, attraverso un fortunato incontro. “Ho avuto il piacere di conoscere Les Troublamours, band francese capace di mescolare la canzone balcanica alle canzoni di autori o, ancora, a suoni come la tarantella e la pizzica. È stato un incontro molto forte– racconta Giuseppe- che ci ha spinto a pubblicare come etichetta discografica, dando il via, quindi, ad una nuovissima strada per la realtà salentina”.

Emmanuel Ferrari, fisarmonicista dei Les Troublamour,s e il figlio Iannis
Emmanuel Ferrari, fisarmonicista dei Les Troublamours, e il figlio Iannis

Giuseppe e i suoi colleghi, Massimiliano De Salvatore, Valentina Sansò, Stéphanie Bouille e Marco Leopizzi, hanno scelto, poi, di fare di AnimaMundi anche una casa editrice. “Si è trattato di un passaggio successivo derivato, in particolare dalla scoperta delle opere dello scrittore e poeta Christian Bobin”. Da quel momento AnimaMundi ha pubblicato non solo libri di poesia, ma anche di filosofia, ricerca interiore, cultura popolare. Lo scopo principale delle produzione di AnimaMundi è “dare spazio ad una forma d’arte che metta al centro la persona e la cura di sé nel senso più ampio del termine”. Tra i progetti futuri della casa editrice pugliese vi è una nuova collana dal titolo “Piccole gigantesche cose” curata da Antonia Chiara Scardicchio, ricercatrice all’Università di Foggia.

Otranto

L’idea è quella di condensare in un libro dal piccolo formato una grande sostanza di contenuti. In generale, per questa collana ma non solo, tutte le nostre proposte devono essere in grado di accendere qualcosa nel lettore, destare stupore e meraviglia nel lettore”. Del resto, l’idea alla base di AnimaMundi è racchiusa nel suo stesso nome e risponde alla volontà di “risvegliare un’anima e una sensibilità assopite attraverso la forza della parola, della fotografia, della musica e, in generale, dell’Arte e, allo stesso tempo, dare voce ad un’umanità diversa”.

Comments

comments

Autore Nadia Pavoncelli

Appassionata di musica e filosofia.

Leggi anche

logo circus aut out

Circus Aut Out, il progetto circense che valorizza le abilità senza distinzioni

Circus Aut Out è un progetto nato dalla collaborazione fra la Casa di Ventignano, centro diurno per …